Chiedere l'autorizzazione in deroga ai valori limite di emissione acustica

Chiedere l'autorizzazione in deroga ai valori limite di emissione acustica

La quiete pubblica è un bene collettivo e condizione necessaria per garantire la salute dei cittadini, pertanto deve essere tutelata dagli enti pubblici competenti, tra cui i Comuni, “[...] come fondamentale diritto dell’individuo ed interesse della collettività [...]“ (articolo 32 della Costituzione della Repubblica Italiana).

Per ogni zona del territorio comunale sono previsti limiti massimi di emissione sonora, prescritti dal Piano di classificazione acustica comunale o dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 14/11/1997.

La Legge 26/10/1995, n. 447, art. 6 prevede che il Comune possa rilasciare l'autorizzazione in deroga ai valori limite per lo svolgimento di:

  • attività temporanee
  • manifestazioni in luogo pubblico o aperto al pubblico
  • per spettacoli a carattere temporaneo ovvero mobile.

Anche per le attività edilizie temporanee che non possano rispettare i limiti orari o i limiti di intensità di rumore stabiliti nel territorio comunale è quindi necessario presentare domanda di autorizzazione in deroga alle emissioni sonore.

Approfondimenti

Autorizzazione in deroga ai limiti acustici per attività commerciale e manifestazioni temporanee

Per le autorizzazioni relative ad annunci pubblicitari sonori effettuati mediante veicoli elettorali e non elettorali l’ufficio competente è l’ufficio affissioni.

Prima di presentare l’istanza rivolgersi preventivamente all’ufficio allo 0185/478286 dal lunedì al giovedì dalle 10:30 alle 12:30 o il venerdì dalle 15:00 alle 17:00 o scrivere a: affissioni@comune.sestri-levante.ge.it ai fini di conoscere l’importo da versare per la pratica.

Per le autorizzazioni relative a musica dal vivo o impianti di diffusione sonora all’interno di esercizi pubblici (bar-ristoranti, stabilimenti balneari, strutture ricettive, ecc.) l’ufficio competente è lo SUEV – Sportello Unico Eventi.

La deliberazione di Giunta Comunale del 2015, n. 316 e la deliberazione di Giunta Comunale del 2017, n. 96 stabiliscono che tutte le autorizzazioni in deroga di cui all’art.13, comma 2 della Legge Regione Liguria del 20/03/1998, n.12 all’interno della zona 1 ex delibera CC 48/2009 (centro storico), indipendentemente dalla tipologia dell’esercizio (bar, stabilimenti balneari, ecc.) che le richiede, vengano precedute da una valutazione della Giunta Comunale che si concluderà con l’espressione di un parere in merito all’ammissibilità e alle condizioni del rilascio, che comunque non potrà eccedere i limiti di svolgimento e di immissione assoluta al recettore più esposto in deroga (DCC 67/2004) secondo lo schema sotto riportato, salvo autorizzazione rilasciata previo parere favorevole della Giunta Comunale:


  

Tipologia dell’esercizio Orario invernale Orario estivo Limiti max di immissione assoluta al recettore più esposto in deroga (DCC67/2004)

 

Attività svolta in locali pubblici (bar, caffè, ecc.) siti in zona 1

Fino alle ore 24.00 Fino alle ore 24.00  

Attività svolta in locali pubblici (bar, ristoranti, ecc.)

 

Attività svolta in stabilimenti balneari e SLA su aree del demanio marittimo

 

Attività svolte all’interno di campeggi e strutture assimilate

Dal 01/10 al 31/05
Fino alle ore 24:00
Dal 01/06 al 30/09
Fino alle ore 00:30

75 dB(A)
09:00-12:00
15:00-19:00

 


70dB(A)
12:00-15:00
19:00-22:00
Con possibile proroga sino alle ore 23:00 concessa dall’A.C. motivatamente

 


65dB(A)
22:00-00:30

       


Per il ritiro della pratica occorre munirsi di una marca da bollo da € 16,00. Si rammenta che le pratiche SIAE sono a carico degli organizzatori.

Autorizzazione in deroga ai limiti acustici per attività edilizia temporanea

l’ufficio competente è l’ufficio ambiente

Le attività  temporaneamente rumorose possono essere autorizzate in deroga ai limiti di rumorosità definiti dalla legge n. 447/1995 ed al Piano di Zonizzazione Acustica (P.Z.A.) Comunale.

Per i pagamenti e la marca da bollo: vedere i dettagli all'interno della pagina relativa all'istanza

Per comunicazione o nulla osta previsti in materia di inquinamento acustico (Legge del 26/10/1995, n. 447, art. 8, com. 4 e com. 6) la pratica è gestita dallo SUAP all’interno dell’Autorizzazione Unica Ambientale.

Ultimo aggiornamento: 31/05/2022 12:49.09